.
Annunci online

  PierfrancoRavotto [ Un BLOG per parlare di condivisione e di collaborazione, nel mondo della scuola e della formazione ... e oltre ]
         

Un blog per partecipare alla costruzione collettiva di conoscenza, per condividere e scambiare idee, per scrivere come la penso. Per mantenere i contatti. Per ampliarli.

Chi sono
Avevo 20 anni nel 68, poi sono via via aumentati fino all'attuale età della pensione (e oltre).
Mi sono laureato in ingegneria ma ho scelto di fare l'insegnante saltando da una materia all'altra: matematica alle medie e alle "150 ore", Elettrotecnica, Elettronica, Automazione, Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione, Area di progetto, Sistemi organizzativi.
Dal 1980, all'ITSOS "Marie Curie" di Cernusco sul Naviglio, mi sono occupato di corsi post-diploma, di alternanza, di scambi con l'estero e di progetti di ricerca in ambito europeo (programmi Leonardo e Socrates).
Negli ultimi anni ho lavorato soprattutto sull'integrazione fra formazione in rete e formazione in presenza e ho promosso e coordinato il progetto SLOOP.
In pensione da settembre 2007, lavoro come consulente AICA e sono collaboratore del Laboratorio Tecnologie Educative (LTE) del Dipartimento di Scienze dell'Educazione dell'Università di Firenze. Mi occupo di certificazioni nell'ambito delle ICT, di eLearning e in genere di uso delle tecnologie nella didattica.
Un tema che mi è caro è quello della condivisione di contenuti aperti per l'eLearning

La mia libreria su Anobii


5 aprile 2009

Tre "noir"

Aggiorno, solo parzialmente, le mie letture:

  • Loriano Machiavelli, "Sarti Antonio: un diavolo per capello",
  • Georges Simenon, "Gli intrusi",
  • Davide Lisino, "Italian cowboys".

Immagine di Sarti Antonio: un diavolo per capello
Leggibile, abbastanza simpatico il personaggio, Sarti Antonio, sergente di polizia bolognese. Niente di più.



Immagine di Gli intrusi
Simenon, 1940. Hector Loursat, un brillante avvocato che  dopo la fuga della moglie si è lasciato andare e vive, da "orso", fra i suoi libri e con il suo vino, senza praticamente rapporti con la figlia che vive insieme a lui.
Un colpo di pistola  e un morto in casa sua gli fanno scoprire la vita della figlia e della trasgressiva "banda" dei suoi amici. E, insieme, gli fanno riscoprire la vita.
Non è dei migliori, ma Simenon è sempre intrigante.

Immagine di Italian cowboys
Un investigatore privato sfigato e un attore di film porno. Una serie di vicende l'una più improbabile dell'altra. Divertente.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Simenon Lisino Macchiavelli

permalink | inviato da ravotto il 5/4/2009 alle 20:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



2 giugno 2008

E in soggiorno arrivò la TV

Immagine di Maigret e il cliente del sabato

Un uomo dal labbro leporino annuncia a Maigret che intende uccidere la moglie e il suo amante.
Ma alla classica storia di Simenon se ne intreccia, di soppiatto un'altra. Quella dell'ingresso nelle case di un nuovo oggetto:
"Alzò le spalle e aprì la porta del salotto, dove da circa un mese campeggiava un televisore.
... erano ancora dei neofiti del piccolo schermo e qualsiasi cosa venisse trasmessa li affascinava".




15 marzo 2008

Due libri di Maigret

Immagine di Maigret e l'uomo della panchina  Immagine di Liberty Bar

Due libri di Maigret, il Simenon "minore" pur se a lungo quello più famoso.

Del 1953 il primo, del 1932 il secondo. Li ho letti di fila e adesso mi si intrecciano. Ci sono aspetti comuni. In entrambi i casi Maigret più che sul delitto investiga sulla storia dell'ucciso.

L'uomo usciva da casa, in una camera d'affitto si cambiava le scarpe, ne indossava un paio color becco d'oca per cambiarle ancora la sera, prima di rientrare. Ma cosa faceva, tutto il giorno, il signor Louis, che aveva perso il lavoro da quattro anni ma non aveva osato dirlo alla moglie? Cosa faceva su quella panchina?

William una volta al mese lasciava l'amante e la madre di lei nella villa di Antibes per farvi ritorno solo dopo una settimana, dieci giorni, ubriaco. Una volta, l'ultima, con un coltello nella schiena. Cosa faceva in quei giorni? Dove andava? Con chi dormiva?




23 febbraio 2008

La verità su Bèbé Donge

Simenon 1940.
Perchè Bébé - Bébé! Che idea chiamarla Bébé" - in una tranquilla domenica di agosto, con quelle sue mani che "erano delle opere d'arte ... fra le poltrone di giunco  ... sistemate all'ombra di un grande ombrellone color arancio" gli ha messo del cianuro nel caffè?
Mentre gli fanno la lavanda gastrica, mentre Bébé viene arrestata, durante il processo ... Francois Donge si interroga, ripercorre la loro storia, riconosce la propria assenza.

Immagine di La verità su Bébé Donge

Come sempre Simenon scava nell'animo umano ... ma è la prima volta che avverto in un suo romanzo attenzione all'altra metà del cielo.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Simenon animo umano altra metà del cielo

permalink | inviato da ravotto il 23/2/2008 alle 19:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



21 agosto 2007

Romanzi estivi

Ho appena finito di leggere "Millennio. I. Pepe Carvalho sulla via di Kabul", uscito dopo la morte del suo autore, Manuel Vazquez Montalban.
Pepe e Biscuter attraverso Italia, Grecia, Egitto, Israele, Libano, Azerbaijan, Turkmenistan, Afghanistan, l'India fra storia e attualità, fra osservazioni sulle religioni e sulla politica, sempre presente la cultura culinaria.
"O è scappata o se la sono portata via"
"Suole accadere. Gli altri o se ne vanno o ce li portano via".


Prima ho letto "Tre uomini paradossali", di Girolamo De Michele, segnalato dal gruppo di lettori che fa capo al collettivo Wu Ming. Un noir sulla generazione del movimento del 77. Nel 93 torna ad uccidere una pistola che aveva già ucciso negli anni di piombo.

E poi Simenon: "In caso di disgrazia" e "Il borgomastro di Furnes".

Tutti consigliabili, nessuno indispensabile.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Romanzi Montalban Simenon Di Michele

permalink | inviato da ravotto il 21/8/2007 alle 18:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     marzo        maggio
 
Blog letto 1 volte
da 11 agosto 2007




Add to Technorati Favorites
Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

© CreativeCommons Attribution - Share Alike

Potete usare, distribuire e modificare i post di questo blog a patto di citare l'autore originario e di lasciare la stessa libertà sui prodotti derivati.



DA DOVE VI SIETE COLLEGATI

Locations of visitors to this page

Statistiche dal 10 febbraio 2008


ARTICOLI 2009
" Il contributo di EUCIP per una scuola delle competenze" Atti di Didamatica 2009, Trento
ARTICOLI 2008
"Il futuro dell'educazione - Discorso di apertura al XVII Encuentro International de Formacion a distancia" Guadalajara (MX), 2 dicembre 2008
Versione inglese
Versione nepalese
"Quali competenze digitali per insegnare al tempo del web2.0?" da "Atti del V congresso SIe-L", Trento 2008
"Usare in Moodle risorse didattiche presenti su SlideShare, YouTube e TeacherTube" da "Atti di Moodlemoot 2008, "
"eLearning e recupero dei debiti formativi" Convegno SIe-L, Roma, 20 maggio 2008
"Sostegno e recupero: usare la formazione in rete e gli strumenti digitali" da "Atti di Didamatica 2008, Parte II"
ARTICOLI 2007
"L'idea base di SLOOP: condividere free/open LO " (con G. Fulantelli) Da "Condividere free/open LO. I risultati del progetto SLOOP", ISBN 978-88-903115-1-2
Versione inglese in "Sharing Learning Objects in an Open Perspective", ISBN 978-88-903115-0-5
"Ambiente di apprendimento e learning object: un'efficace sinergia" (con Berengo, Farinati, Masseroni, Petruzziello, Terenghi, Vimercati) Da "Condividere free/open LO. I risultati del progetto SLOOP", ISBN 978-88-903115-1-2
Versione inglese in "Sharing Learning Objects in an Open Perspective", ISBN 978-88-903115-0-5
"I Learning Object nel web 2.0. Dal progetto SLOOP la proposta di open/free LO ed uno strumento per produrli in modo collaborativo" Atti del Congresso Nazionale AICA 2007 (Mantova, 27 settembre 2007)
"FreeLOms: uno strumento, prodotto nel progetto SLOOP, per la condivisione e la realizzazione collaborativa di “learning object" Atti del Convegno E-Learning. Esperienze e prospettive future: quali applicazioni? (Bressanone, 9 June 2007)
"L'uso di Moodle per il progetto SLOOP" Atti di MoodleMoot 2007 (Reggio Emilia, 22-23 marzo 2007)(con M. Terenghi)
ARTICOLI 2006
"Didattica in rete e didattica in presenza: l'integrazione possibile (abstract)" Congresso Proteo, Milano (31 ottobre 2006)
"Dalle scuole in rete ad una rete di scuole per la realizzazione di "free" Learning Object" Atti di Didamatica 2006, Cagliari (11-13 maggio 2006)
ARTICOLI 2005
"SLOOP: sviluppare un Free Learning Object Management System" Atti del secondo congresso SIe-L, Firenze, 9-11 novembre 2009
"SLOOP: un progetto europeo per un archivio condiviso di Free Learning Object" Atti di EXPO eLearning 2005 (Ferrara, 6-8 ottobre 2005) (con M. Masseroni)
Versione inglese
"Il potenziale della didattica in rete in una scuola secondaria superiore" Atti di EXPO eLearning 2005 (Ferrara, 6-8 ottobre 2005)
"Il cubo della formazione in rete" Form@re, ottobre 2005
ARTICOLI 2004
"Dal Progetto SiR2 al Progetto OpenDida - Formazione insegnanti e produzione di materiali didattici per l’integrazione di formazione in presenza e formazione in rete" 1° Congresso SIe-L (Genova 25/26 novembre 2004)
"Condividere Free Learning Object: il progetto OpenDida" EXPO eLearning di Ferrara (9-12 ottobre 2004)
"The “open source” perspective in planning eLearning materials" ICETA 2004 - 3rd International Conference on Emerging Telecommunications Technologies and Applications, Kosice, Slovacchia, 16-18 settembre 2004
Versione italiana
ARTICOLI 2003
"Developing E-Learning Lessons, in Bridging the gap from the face to face to the elearning environment, Conference Papers" BiTE Conference Papers (Ipswich 5 Settembre 2003)
Versione italiana