.
Annunci online

  PierfrancoRavotto [ Un BLOG per parlare di condivisione e di collaborazione, nel mondo della scuola e della formazione ... e oltre ]
         

Un blog per partecipare alla costruzione collettiva di conoscenza, per condividere e scambiare idee, per scrivere come la penso. Per mantenere i contatti. Per ampliarli.

Chi sono
Avevo 20 anni nel 68, poi sono via via aumentati fino all'attuale età della pensione (e oltre).
Mi sono laureato in ingegneria ma ho scelto di fare l'insegnante saltando da una materia all'altra: matematica alle medie e alle "150 ore", Elettrotecnica, Elettronica, Automazione, Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione, Area di progetto, Sistemi organizzativi.
Dal 1980, all'ITSOS "Marie Curie" di Cernusco sul Naviglio, mi sono occupato di corsi post-diploma, di alternanza, di scambi con l'estero e di progetti di ricerca in ambito europeo (programmi Leonardo e Socrates).
Negli ultimi anni ho lavorato soprattutto sull'integrazione fra formazione in rete e formazione in presenza e ho promosso e coordinato il progetto SLOOP.
In pensione da settembre 2007, lavoro come consulente AICA e sono collaboratore del Laboratorio Tecnologie Educative (LTE) del Dipartimento di Scienze dell'Educazione dell'Università di Firenze. Mi occupo di certificazioni nell'ambito delle ICT, di eLearning e in genere di uso delle tecnologie nella didattica.
Un tema che mi è caro è quello della condivisione di contenuti aperti per l'eLearning

La mia libreria su Anobii


17 ottobre 2009

Progetti europei come volano di innovazione in ambito scolastico

E' uscito il nuovo numero di Form@re, rivista online a cura di Antonio Calvani. La trovate qui: http://formare.erickson.it.

Contiene, fra l'altro, un articolo mio e di Mara Masseroni.

Eccone la copia che ho inserito come sempre su Scribd:





21 febbraio 2009

SLOOP 2: vi interessa?

Come forse qualcuno di voi sa, dopo la positiva esperienza del progetto SLOOP (Programma Leonardo, 2005-2007), avevamo presentato nel Lifelong Learning Programme un progetto di trasferimento dell'innovazione denominato SLOOP 2.0 per indicare sia il riferimento al web duezero che una seconda tappa di SLOOP, cioè di un progetto di condivisione e costruzione collaborativa di risorse didattiche digitali "aperte".
Purtroppo, nonostante una buona valutazione, il progetto non era riuscito a entrare nella topten di quelli finanziati.



Adesso ci riproviamo con un progetto in cui il modello collaborativo di open LO viene applicato al campo delle "competenze": SLOOP2desc, l'acronimo del progetto sta per Sharing Learning Object in an Open Perspective TO develop european skills and competences. Il tema delle competenze, e dell'EQF, European Qualifications Framework, è infatti indicato dall'UE come estremamente importante nell'ambito dell'Educazione.

Promotore del progetto è l'ITD-CNR di Palermo. Io collaboro per conto di AICA che entra nella partnership, insieme all'ITSOS, a Metid e ai partner europei del progetto precedente.

Abbiamo deciso di proporre alle scuole o altri soggetti interessati a prendere parte alle iniziative di SLOOP 2, di inviarci una lettera di supporto che presenteremo, con il progetto, all'Agenzia Nazionale. Anche i singoli possono, se vogliono, manifestare il proprio interesse e "prenotarsi" per il corso di formazione.

Se vi interessa potete scaricare:


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. SLOOP SLOOP 2 condivisione

permalink | inviato da ravotto il 21/2/2009 alle 20:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



12 dicembre 2007

Un secondo LO su freeLOms


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. youtube condivisione sloop freeloms lo

permalink | inviato da ravotto il 12/12/2007 alle 16:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



9 dicembre 2007

Ho inserito su YouTube ...

Come ho scritto in un precedente post la mia attenzione è stata attirata su Paperworks: la produzione di brevi presentazioni didattiche nella forma di video usando una tecnica curiosa, quella dei ritagli su carta. Come dicono quelli di Common Craft: "a simple format and real-word stories to make sense of complex ideas".
Da lì mi è venuta l'idea di provare a fare qualcosa di simile: filmati didattici brevi e con mezzi tecnologicamente "poveri".

Ci ho provato con PowerPoint che ha la funzione di salvataggio in formato QuickTime, poi ho inserito il parlato e ho inserito su YouTube.
Si può fare di meglio, ma intanto ecco una prima presentazione di freeLOms (cui ne farò seguire altre):




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. condivisione learning object freeloms lo

permalink | inviato da ravotto il 9/12/2007 alle 18:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



30 novembre 2007

Geogebra un prodotto opensource per fare matematica

Le mie colleghe di matematica lo hanno usato per produrre learning object di matematica nell'ambito del progetto SLOOP.

          
 



Geogebra  è un software - libero/opensource - di "matematica dinamica" comprende geometria, algebra e analisi. E' stato pensato per l'insegnamento nella scuola secondaria ma ne esistono applicazioni sviluppate anche per gli studenti delle medie e delle elementari.

Con Geogebra il docente può realizzare delle "esercitazioni" che prevedano un ruolo attivo dello studente e salvarle per il web. Lo studente potrà operare con esse da computer, in scuola o da casa.
Guardate per esempio le due immagini soprastanti (tratte da un LO del progetto SLOOP):
  • in quella a sinistra, variando il valore del parametro "a" lo studente vede allargarsi, restringersi o addirittura ribaltarsi  (a negativo) la parabola (no, non provate a farlo qui, questa è solo un'immagine statica);
  • in quella a destra, muovendo il sole o la nave lo studente può osservare come si deve modificare la forma della parabola di specchi ustori per continuare a concentrare i raggi sulla nave.
Gli LO prodotti in SLOOP li trovate QUI.

Ecco l'indirizzo del wiki della comunità italiana di Geogebra: http://www.geogebra.org/en/wiki/index.php/Italian

Perchè ne ho voluto parlare qui? Perchè Geogebra è uno strumento molto utile, a mio parere, per preparare materiali didattici che favoriscano l'apprendimento per scoperta. E poi perchè c'è un duplice processo di condivisione di risorse: è in libera condivsione il software e c'è una comunità di insegnanti che condivide materiali didattici.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. condivisione matematica sloop opensource geogebra

permalink | inviato da ravotto il 30/11/2007 alle 17:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



5 novembre 2007

Dopo i Radiohead potete scaricare anche Saul Williams

Ho già commentato l'iniziativa dei Radiohead (vedi): l'avvio di un cambiamento forse "epocale" nella distribuzione della musica.
Ecco a ruota l'iniziativa di Saul Willimans. Il nuovo album, "The Inevitable Rise and Liberation of NiggyTardust!",



può essere liberamente scaricato dal sito niggytardust.com. Potete scegliere di pagare 5 dollari o di scaricare gratuitamente, nel primo caso con la possibilità di scegliere una migliore qualità:



Se volete, potete anche inserire liberamente questo video nel vostro sito (e io lo faccio subito):





22 ottobre 2007

Radiohead: scaricate liberamente

I Radiohead non li conosco. Musicalmente non vado più in là dei cantautori italiani, Guccini, Mannoia, De Gregori, ..., e di qualche "classico": Elvis, i Beatles, ...
Ma mi interessa l'Open Content, e l'iniziativa della band britannica mi sembra, nel campo della musica, un possibile punto di svolta "epocale". Eccola:



Se vi collegate all'indirizzo www.inrainbows.com, quella è la pagina che appare: un nuovo disco, acquistabile solo in rete. E uno!
Come oggetto materiale, contenitore con il disco, o semplicemente come file. E due!



Il download del file costa ... quanto volete voi, anche niente. E questa è la novità numero tre!!!

Il contenitore costa 40 sterline e contiene il disco in una duplice versione, come CD e - novità numero quattro! - come una serie di dischi in vinile!!!


A me sembra la risposta più avanzata alle novità della tecnologia digitale che rende possibile, con il peer to peer, la libera condivisione della musica. Anzichè una politica di chiusura a difesa di legittimi interessi (se uno produce musica ha diritto di guadagnarci) ecco che gli stessi interessi vengono difesi con una politica di apertura:
1. si salta l'editore distribuendo in proprio, direttamente via rete dunque tagliando tutti i costi della distribuzione,
2. si risponde al peer to peer accettando la logica MP3 scaricabile anche gratuitamente,
3. si mette chi scarica di fronte alla scelta "lo faccio gratis o pago un 'giusto' prezzo" (sembra che siano tanti quelli che stanno pagando una cifra non simbolica),
4. si guadagna vendendo ciò che non può essere scambiato senza costo perchè richiede un supporto materiale: il CD, con una migliore qualità, il cofanetto da tenere in libreria e ... il vinile! Cioè un supporto che, fra 10 anni, 20, 50, ... sarà ancora ascoltabile mentre il CD avrà ormai perso i dati e il file, chissà dove sarà finito.

In rainbows: una bella novità!




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. musica condivisione radiohead in rainbows

permalink | inviato da ravotto il 22/10/2007 alle 18:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



15 ottobre 2007

Oltre 3 milioni

Oltre tre milioni di votanti. Tanti!
Come ho già scritto: per una volta chi si trovava a fare la fila ne era contento perchè misurava l'adesione di altri ad un progetto. Questa condivisione di "popolo" è quello che può dare la spinta perchè il PD sia davvero un partito nuovo e diverso, perchè non sia - come molti aspetti hanno fatto, e in parte fanno ancora, temere - una somma di apparati.

Dopo i risultati della votazione sindacale sul welfare, le primarie di ieri confermano che l'apertura a noi "gente" è la soluzione giusta. Da ripetere in tutte le occasioni.





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Partito democratico primarie condivisione

permalink | inviato da ravotto il 15/10/2007 alle 18:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



8 ottobre 2007

Il mio intervento al seminario di Palermo

Navigando fra i blog vedo che il mio amico Antonio Fini, del Laboratorio Tecnologie Didattiche dell'Università di Firenze, ha pubblicato nel suo blog un post sul seminario di Palermo del progetto SLOOP.
In tale post ha reso disponibili le sue slide al convegno. Scopro così la possibilità, cui non avevo pensato, di rendere accessibili in un post (come in qualsiasi pagina web) una presentazione messa in condivisione su SlideShare.
Provo subito questa funzione dandovi l'accesso alle slide della mia presentazione al seminario di Palermo:


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. SLOOP seminario di Palermo condivisione

permalink | inviato da ravotto il 8/10/2007 alle 12:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



3 ottobre 2007

Scambiare presentazioni

SlideShare è un sito per la condivisione di presentazioni nei formati PPT, PPS, ODP, PDF.

In molti casi si tratta di presentazioni divertenti e sono in genere quelle più viste (un po' come capita su YouTube con i filmati).
Ma contiene anche molto materiale utile per la didattica: da Dante alla legge di Ohm, dall'elettromagnetismo alla geometria, dalla biologia alla storia, dalla chimica a Shakespeare, e così via.

Purtroppo si tratta, in grande prevalenza di materiali in inglese :-(
Ma è spesso semplice tradurre i brevi testi di una presentazione in italiano conservando le immagini e le animazioni.

E' dunque un ambiente che consiglio ai colleghi di frequentare, da cui ricavare materiale didattico e in cui inserire le proprie presentazioni, in modo che chi arriva possa trovare anche slide in italiano.
Ovviamente il mio invito è quello di condividerle anche nel freeLOms (progetto SLOOP).
Slideshare ha, rispetto al freeLOms il vantaggio di permettere una visualizzazione immediata delle diapositive, proprio per il fatto che accoglie solo queste. FreeLOms ha il vantaggio che può contenere oggetti didattici di qualsiasi formato.
FreeLOms, inoltre permette di trasformare una presentazione PPT in un learning object SCORM, fatto questo molto importante se si intende usarlo in una piattaforma come Moodle.

Per collegarti a slideshare clicca qui.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. condivisione sloop freeloms slideshare

permalink | inviato da ravotto il 3/10/2007 alle 18:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     settembre        novembre
 
Blog letto 1 volte
da 11 agosto 2007




Add to Technorati Favorites
Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

© CreativeCommons Attribution - Share Alike

Potete usare, distribuire e modificare i post di questo blog a patto di citare l'autore originario e di lasciare la stessa libertà sui prodotti derivati.



DA DOVE VI SIETE COLLEGATI

Locations of visitors to this page

Statistiche dal 10 febbraio 2008


ARTICOLI 2009
" Il contributo di EUCIP per una scuola delle competenze" Atti di Didamatica 2009, Trento
ARTICOLI 2008
"Il futuro dell'educazione - Discorso di apertura al XVII Encuentro International de Formacion a distancia" Guadalajara (MX), 2 dicembre 2008
Versione inglese
Versione nepalese
"Quali competenze digitali per insegnare al tempo del web2.0?" da "Atti del V congresso SIe-L", Trento 2008
"Usare in Moodle risorse didattiche presenti su SlideShare, YouTube e TeacherTube" da "Atti di Moodlemoot 2008, "
"eLearning e recupero dei debiti formativi" Convegno SIe-L, Roma, 20 maggio 2008
"Sostegno e recupero: usare la formazione in rete e gli strumenti digitali" da "Atti di Didamatica 2008, Parte II"
ARTICOLI 2007
"L'idea base di SLOOP: condividere free/open LO " (con G. Fulantelli) Da "Condividere free/open LO. I risultati del progetto SLOOP", ISBN 978-88-903115-1-2
Versione inglese in "Sharing Learning Objects in an Open Perspective", ISBN 978-88-903115-0-5
"Ambiente di apprendimento e learning object: un'efficace sinergia" (con Berengo, Farinati, Masseroni, Petruzziello, Terenghi, Vimercati) Da "Condividere free/open LO. I risultati del progetto SLOOP", ISBN 978-88-903115-1-2
Versione inglese in "Sharing Learning Objects in an Open Perspective", ISBN 978-88-903115-0-5
"I Learning Object nel web 2.0. Dal progetto SLOOP la proposta di open/free LO ed uno strumento per produrli in modo collaborativo" Atti del Congresso Nazionale AICA 2007 (Mantova, 27 settembre 2007)
"FreeLOms: uno strumento, prodotto nel progetto SLOOP, per la condivisione e la realizzazione collaborativa di “learning object" Atti del Convegno E-Learning. Esperienze e prospettive future: quali applicazioni? (Bressanone, 9 June 2007)
"L'uso di Moodle per il progetto SLOOP" Atti di MoodleMoot 2007 (Reggio Emilia, 22-23 marzo 2007)(con M. Terenghi)
ARTICOLI 2006
"Didattica in rete e didattica in presenza: l'integrazione possibile (abstract)" Congresso Proteo, Milano (31 ottobre 2006)
"Dalle scuole in rete ad una rete di scuole per la realizzazione di "free" Learning Object" Atti di Didamatica 2006, Cagliari (11-13 maggio 2006)
ARTICOLI 2005
"SLOOP: sviluppare un Free Learning Object Management System" Atti del secondo congresso SIe-L, Firenze, 9-11 novembre 2009
"SLOOP: un progetto europeo per un archivio condiviso di Free Learning Object" Atti di EXPO eLearning 2005 (Ferrara, 6-8 ottobre 2005) (con M. Masseroni)
Versione inglese
"Il potenziale della didattica in rete in una scuola secondaria superiore" Atti di EXPO eLearning 2005 (Ferrara, 6-8 ottobre 2005)
"Il cubo della formazione in rete" Form@re, ottobre 2005
ARTICOLI 2004
"Dal Progetto SiR2 al Progetto OpenDida - Formazione insegnanti e produzione di materiali didattici per l’integrazione di formazione in presenza e formazione in rete" 1° Congresso SIe-L (Genova 25/26 novembre 2004)
"Condividere Free Learning Object: il progetto OpenDida" EXPO eLearning di Ferrara (9-12 ottobre 2004)
"The “open source” perspective in planning eLearning materials" ICETA 2004 - 3rd International Conference on Emerging Telecommunications Technologies and Applications, Kosice, Slovacchia, 16-18 settembre 2004
Versione italiana
ARTICOLI 2003
"Developing E-Learning Lessons, in Bridging the gap from the face to face to the elearning environment, Conference Papers" BiTE Conference Papers (Ipswich 5 Settembre 2003)
Versione italiana