.
Annunci online

  PierfrancoRavotto [ Un BLOG per parlare di condivisione e di collaborazione, nel mondo della scuola e della formazione ... e oltre ]
         

Un blog per partecipare alla costruzione collettiva di conoscenza, per condividere e scambiare idee, per scrivere come la penso. Per mantenere i contatti. Per ampliarli.

Chi sono
Avevo 20 anni nel 68, poi sono via via aumentati fino all'attuale età della pensione (e oltre).
Mi sono laureato in ingegneria ma ho scelto di fare l'insegnante saltando da una materia all'altra: matematica alle medie e alle "150 ore", Elettrotecnica, Elettronica, Automazione, Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione, Area di progetto, Sistemi organizzativi.
Dal 1980, all'ITSOS "Marie Curie" di Cernusco sul Naviglio, mi sono occupato di corsi post-diploma, di alternanza, di scambi con l'estero e di progetti di ricerca in ambito europeo (programmi Leonardo e Socrates).
Negli ultimi anni ho lavorato soprattutto sull'integrazione fra formazione in rete e formazione in presenza e ho promosso e coordinato il progetto SLOOP.
In pensione da settembre 2007, lavoro come consulente AICA e sono collaboratore del Laboratorio Tecnologie Educative (LTE) del Dipartimento di Scienze dell'Educazione dell'Università di Firenze. Mi occupo di certificazioni nell'ambito delle ICT, di eLearning e in genere di uso delle tecnologie nella didattica.
Un tema che mi è caro è quello della condivisione di contenuti aperti per l'eLearning

La mia libreria su Anobii


22 aprile 2008

22 aprile: Earth Day

Earth Day, Giornata della Terra, alla sua 39ma edizione.




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. earth day

permalink | inviato da ravotto il 22/4/2008 alle 22:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



19 marzo 2008

LeNS: un progetto per il design sostenibile

Sono stato invitato, in qualità di coordinatore del progetto SLOOP, ad intervenire alla conferenza stampa che si è tenuta ieri al Politecnico per presentare il progetto LeNS:



Un bellissimo progetto, fra università europee ed asiatiche, per favorire la diffusione dell'insegnamento di un design - si parla soprattutto di design industriale  - "sostenibile".
Coordinatore del progetto è Carlo Vezzoli, della facoltà di design del Politecnico, che mi ha invitato perché coltivano un'idea di sharing di materiali didattici liberi e aperti - li chiamano e-package - simile a quella che abbiamo sviluppato in SLOOP.

A LeNS tutti i miei auguri di successo!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. LeNS Politecnico SLOOP Carlo Vezzoli

permalink | inviato da ravotto il 19/3/2008 alle 20:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



13 dicembre 2007

Petizione per l'idrogeno

Ho scritto due giorni fa del libro bianco di Jeremy Rifkin sull'idrogeno come risposta al problema energetico.
E' in corso una raccolta di firme per chiedere una legge europea che obblighi ogni distributore di benzina ad avere anche una "pompa" per l'idrogeno. Trovate qui la petizione.
Sono fino ad ora state raccolte 462.920 firme. Aggiungi la tua.

Un sito dedicato all'automobile all'idrogeno lo trovate a questo indirizzo: http://www.automobileidrogeno.com




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. idrogeno energia automobile all'idrogeno

permalink | inviato da ravotto il 13/12/2007 alle 17:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



11 dicembre 2007

La rivoluzione dell'idrogeno

"La domanda chiave che ogni nazione dovrebbe porsi è: dove vuole essere da qui a 10 anni. Nell’energia dell’industria ormai al tramonto della seconda rivoluzione industriale o nell’energia ed industria agli albori della terza rivoluzione Industriale. La Terza Rivoluzione Industriale e` l’obiettivo finale che porta il mondo fuori dalle vecchie energie basate sul carbonio e l’uranio verso un futuro sostenibile e non inquinante per la razza umana".



A leggere o ascoltare Jeremy Rifkin  sembra di essere fra fantascienza e utopia rivoluzionaria: l'idrogeno come accumulatore di energia pulita proveniente da fonti energetiche rinnovabili, quali il sole e il vento, oppure dalla spazzatura, energia prodotta e messa in condivisione dai comuni, dai condomini, dai singoli utenti - con le automobili che anzichè attaccarsi una pompa per ricevere energia si attaccano alla rete per cedere l'energia prodotta - energia democratica perchè prodotta ovunque e da chiunque, come l'informazione in internet.

Adesso Rifkin ha redatto un libro bianco sul futuro dell'energia per il premier portoghese Socrates nella sua veste di presidente di turno della UE: "Anticipare la terza rivoluzione industriale. Una nuova agenda energetica per l’Unione Europea nel 21° secolo - La prossima fase dell’integrazione europea".  Potete scaricarlo cliccando qui, oppure leggerne una sintesi qui.





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Rifkin idrogeno terza rivoluzione industriale

permalink | inviato da ravotto il 11/12/2007 alle 10:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



27 ottobre 2007

Dieta delle 100 miglia

Leggo su Repubblica di oggi che il movimento ambientalista canadese, in occasione del prossimo Thanksgiving day (22 novembre) ha lanciato la campagna "dieta delle 100 miglia": scegliere, per la tradizionale abbuffata del giorno del ringraziamento, solo cibi che provengano da una distanza non superiore alle 100 miglia.




Mangiare prodotti locali - locali in senso certo non restrittivo, visto che 100 miglia equivalgono a 160 km - riduce il consumo di benzina, la produzione di CO2 e di sostanze inquinanti, il riscaldamento del pianeta.

Guardate il sito: 100milediet.org
E proviamo a leggere, sull'etichetta dei prodotti, da dove vengono.

Scrivevo qualche post fa di "etichette ecologiche". Questa, "prodotto che proviene da meno di 150 Km" potrebbe essere una, sarebbe bello vederla sugli scaffali dei supermercati.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ambiente etichette ecologiche

permalink | inviato da ravotto il 27/10/2007 alle 16:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



18 ottobre 2007

Alex e la certificazione ambientale e sociale dei prodotti

Come ho già scritto, sto leggendo In viaggio con Alex (Fabio Levi, Feltrinelli). Alex è Alexander Langer, uno dei promotori della nascita del movimento verde in Italia, teso a saldare la salvaguardia dell'ambiente con quella dei "poveri".
In una Lettera ad un consumatore del Nord parlava, nel 1990, di "praticare una maggiore autodeterminazione, su punti apparentemente poco politici ed eroici, quali la scelta della nostra alimentazione", di "scambi meno iniqui e meno nocivi", di "assicurarci che la qualità ambientale e sociale dei prodotti che acquistiamo contribuisca al riequilibrio invece che provocare squarci e ferite".

Leggendo ho pensato ad un marchio sui prodotti, una certificazione del tipo: "il sistema di produzione è tale da non danneggiare l'ambiente né le popolazioni".
Qua e là qualcosa del genere già esiste.

In Collasso, che ho ripetutamente citato in questo blog, Diamond cita il marchio SFC che identifica i prodotti contenenti legno proveniente da foreste gestite in maniera corretta e responsabile secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici.


Clicca qui per FSC-Italia: la Forest Stewardship Council, e' una ONG internazionale, indipendente e senza scopo di lucro, che include tra i suoi membri gruppi ambientalisti e sociali, comunita' indigene, proprietari forestali, industrie che lavorano e commerciano il legno, scienziati e tecnici che operano insieme per migliorare la gestione delle foreste in tutto il mondo.

Nella stessa direzione va il marchio Altro Mercato

clicca qui per il sito
anche se in questo caso non si tratta di una certificazione esterna ma di un consorzio di cooperative o associazioni attive nel commercio equo e solidale.



sfoglia     marzo       
 
Blog letto 1 volte
da 11 agosto 2007




Add to Technorati Favorites
Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

© CreativeCommons Attribution - Share Alike

Potete usare, distribuire e modificare i post di questo blog a patto di citare l'autore originario e di lasciare la stessa libertà sui prodotti derivati.



DA DOVE VI SIETE COLLEGATI

Locations of visitors to this page

Statistiche dal 10 febbraio 2008


ARTICOLI 2009
" Il contributo di EUCIP per una scuola delle competenze" Atti di Didamatica 2009, Trento
ARTICOLI 2008
"Il futuro dell'educazione - Discorso di apertura al XVII Encuentro International de Formacion a distancia" Guadalajara (MX), 2 dicembre 2008
Versione inglese
Versione nepalese
"Quali competenze digitali per insegnare al tempo del web2.0?" da "Atti del V congresso SIe-L", Trento 2008
"Usare in Moodle risorse didattiche presenti su SlideShare, YouTube e TeacherTube" da "Atti di Moodlemoot 2008, "
"eLearning e recupero dei debiti formativi" Convegno SIe-L, Roma, 20 maggio 2008
"Sostegno e recupero: usare la formazione in rete e gli strumenti digitali" da "Atti di Didamatica 2008, Parte II"
ARTICOLI 2007
"L'idea base di SLOOP: condividere free/open LO " (con G. Fulantelli) Da "Condividere free/open LO. I risultati del progetto SLOOP", ISBN 978-88-903115-1-2
Versione inglese in "Sharing Learning Objects in an Open Perspective", ISBN 978-88-903115-0-5
"Ambiente di apprendimento e learning object: un'efficace sinergia" (con Berengo, Farinati, Masseroni, Petruzziello, Terenghi, Vimercati) Da "Condividere free/open LO. I risultati del progetto SLOOP", ISBN 978-88-903115-1-2
Versione inglese in "Sharing Learning Objects in an Open Perspective", ISBN 978-88-903115-0-5
"I Learning Object nel web 2.0. Dal progetto SLOOP la proposta di open/free LO ed uno strumento per produrli in modo collaborativo" Atti del Congresso Nazionale AICA 2007 (Mantova, 27 settembre 2007)
"FreeLOms: uno strumento, prodotto nel progetto SLOOP, per la condivisione e la realizzazione collaborativa di “learning object" Atti del Convegno E-Learning. Esperienze e prospettive future: quali applicazioni? (Bressanone, 9 June 2007)
"L'uso di Moodle per il progetto SLOOP" Atti di MoodleMoot 2007 (Reggio Emilia, 22-23 marzo 2007)(con M. Terenghi)
ARTICOLI 2006
"Didattica in rete e didattica in presenza: l'integrazione possibile (abstract)" Congresso Proteo, Milano (31 ottobre 2006)
"Dalle scuole in rete ad una rete di scuole per la realizzazione di "free" Learning Object" Atti di Didamatica 2006, Cagliari (11-13 maggio 2006)
ARTICOLI 2005
"SLOOP: sviluppare un Free Learning Object Management System" Atti del secondo congresso SIe-L, Firenze, 9-11 novembre 2009
"SLOOP: un progetto europeo per un archivio condiviso di Free Learning Object" Atti di EXPO eLearning 2005 (Ferrara, 6-8 ottobre 2005) (con M. Masseroni)
Versione inglese
"Il potenziale della didattica in rete in una scuola secondaria superiore" Atti di EXPO eLearning 2005 (Ferrara, 6-8 ottobre 2005)
"Il cubo della formazione in rete" Form@re, ottobre 2005
ARTICOLI 2004
"Dal Progetto SiR2 al Progetto OpenDida - Formazione insegnanti e produzione di materiali didattici per l’integrazione di formazione in presenza e formazione in rete" 1° Congresso SIe-L (Genova 25/26 novembre 2004)
"Condividere Free Learning Object: il progetto OpenDida" EXPO eLearning di Ferrara (9-12 ottobre 2004)
"The “open source” perspective in planning eLearning materials" ICETA 2004 - 3rd International Conference on Emerging Telecommunications Technologies and Applications, Kosice, Slovacchia, 16-18 settembre 2004
Versione italiana
ARTICOLI 2003
"Developing E-Learning Lessons, in Bridging the gap from the face to face to the elearning environment, Conference Papers" BiTE Conference Papers (Ipswich 5 Settembre 2003)
Versione italiana