.
Annunci online

  PierfrancoRavotto [ Un BLOG per parlare di condivisione e di collaborazione, nel mondo della scuola e della formazione ... e oltre ]
         

Un blog per partecipare alla costruzione collettiva di conoscenza, per condividere e scambiare idee, per scrivere come la penso. Per mantenere i contatti. Per ampliarli.

Chi sono
Avevo 20 anni nel 68, poi sono via via aumentati fino all'attuale età della pensione (e oltre).
Mi sono laureato in ingegneria ma ho scelto di fare l'insegnante saltando da una materia all'altra: matematica alle medie e alle "150 ore", Elettrotecnica, Elettronica, Automazione, Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione, Area di progetto, Sistemi organizzativi.
Dal 1980, all'ITSOS "Marie Curie" di Cernusco sul Naviglio, mi sono occupato di corsi post-diploma, di alternanza, di scambi con l'estero e di progetti di ricerca in ambito europeo (programmi Leonardo e Socrates).
Negli ultimi anni ho lavorato soprattutto sull'integrazione fra formazione in rete e formazione in presenza e ho promosso e coordinato il progetto SLOOP.
In pensione da settembre 2007, lavoro come consulente AICA e sono collaboratore del Laboratorio Tecnologie Educative (LTE) del Dipartimento di Scienze dell'Educazione dell'Università di Firenze. Mi occupo di certificazioni nell'ambito delle ICT, di eLearning e in genere di uso delle tecnologie nella didattica.
Un tema che mi è caro è quello della condivisione di contenuti aperti per l'eLearning

La mia libreria su Anobii


10 gennaio 2008

Wikia search

La notizia è questa: Jimmy Wales, fondatore  con Larry Sanger,  di Wikipedia, ha annunciato l'avvio di Wikia Search.
Si tratta di un motore di ricerca basato sul sistema di indicizzazione Grub, inizialmente proprietario che, acquistato Wikia è stato rilasciato sotto licenza open source.
A differenza di Google la cui forza è costituita dall'algoritmo su cui si basa, Wikia Search punta sul contributo delle persone, come Wikipedia e come tutto il cosiddetto socialnetwork



Questo il messaggio di Jimmy Wales: "Search is part of the fundamental infrastructure of the Internet. And we are making it open source.
Wikia Search will start to change search from being proprietary, top-down, and closed".


La premessa è attraente.
Vediamo cosa succede (per il momento Wikia Search è in versione alpha, vale a dire sperimentale e in fase di debugging).
Anzi, proviamo a contribuire. Per quanto mi riguarda mi sono già registrato. Vi terrò informati.




8 gennaio 2008

Un convegno sul recupero

Ho iniziato una collaborazione con il CIDI (Centro di Iniziativa Democratica degli Insegnanti) di Milano. O per meglio dire l'ho ripresa dopo una lunghissima pausa, visto che avevo lavorato con il CIDI nei primi anni 80 (!).

In particolare sto collaborando alla preparazione di un convegno sul tema del recupero:




ll convegno si terrà a Milano, presso il liceo Carducci, venerdì 18 gennaio.
Negli workshop pomeridiani, perlomeno in quello cui prenderò parte, parleremo anche della possibilità di fare del recupero in rete, di cui ho già parlato in altri post.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. recupero debito formativo cidi

permalink | inviato da ravotto il 8/1/2008 alle 19:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



7 gennaio 2008

Ancora sulla percezione (2)

Scrivevo, qualche giorno fa sulla soggettività della percezione: post 1, post 2.

Ho letto, in questi giorni, Testimone inconsapevole di Gianrico Carofiglio, in I casi dell'avvocato Guerrieri



Testimone inconsapevole è un teste che, come dice guerrieri nella sua arringa "riferisce una certa versione dei fatti nell'erronea convinzione che sia vera. ...
... prenderò a prestito - dice Guerrieri - una famosa frase di Albert Einstein ... «è la teoria che determina ciò che osserviamo» .... Significa che se abbiamo una teoria ... che ci piace, che ci soddisfa, che ci sembra buona ... tendiamo ad esaminare i fatti attraverso quella teoria ... La nostra stessa percezione è fortemente influenzata, determinata dalla teoria che abbiamo scelto ... vediamo, sentiamo, percepiamo quello che conferma la teoria e, semplicemente, tralasciamo tutto il resto."




6 gennaio 2008

Iscrizione a Technorati

Technorati svolge, fra l'altro, la funzione di "aggregatore di blog".
A dire il vero non so bene cosa significhi, ma provo comunque l'iscrizione - a questo indirizzo - per dare maggiore visibilità a questo blog.
Technorati Profile


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. aggregatore di blog

permalink | inviato da ravotto il 6/1/2008 alle 22:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



6 gennaio 2008

Speranza Obama

"... stiamo scegliendo la speranza, non la paura ... " - ha detto Obama, e basterebbe questo per farcelo apprezzare - "speranza è ciò che ho visto negli occhi di una giovane donna di Cedar Rapids che lavora al turno di notte dopo un'intera giornata al College e ciò nonostante non riesce a garantire alla sorella ammalata le cure di cui necessita ... è ciò che ho sentito nelle parole di una donna del New Hampshire che mi ha detto di non essere quasi in grado di respirare da quando suo nipote è partito per l'Iraq ...
... speranza è ciò che mi ha portato qui oggi ... figlio di un keniano e di una donna del Kansas ...".

Fa leva sulla speranza, non sulla paura, Obama. Ma mette anche il dito su una piaga come quella dell'assistenza sanitaria che nella ricca, potente, democratica America non è un diritto per tutti: "Sarò un presidente che finalmente renderà l'assistenza medica accessibile e disponibile per ogni americano".



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. barak obama vittoria in iowa il discorso

permalink | inviato da ravotto il 6/1/2008 alle 16:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



5 gennaio 2008

Gli auguri di Emergency

Sono iscritto alla newsletter di Emergency.



Ricevo la news n° 1 del 2008 - gli auguri per il 2008 e un bilancio delle attività del 2007 - e ve la giro:

L’anno passato, nei Centri chirurgici e in quelli pediatrici e di maternita’ di Emergency, oltre 350.000 persone hanno ricevuto le cure di cui avevano bisogno. E le hanno ricevute gratuitamente, perche’insieme al bisogno ne avevano anche diritto.
E’ questa la prima voce del nostro "bilancio del 2007". Abbiamo assistito con professionalita’ e passione un grande numero di esseri umani.

Nel 2007 ci siamo anche trovati, in Afghanistan, ad occuparci di rapimenti e di scambi di persone. Non lo abbiamo voluto ne’ cercato, ma abbiamo deciso che era nostro dovere fare tutto il possibile perche’ una vita umana in piu’ potesse sfuggire alla spietata criminalita’ della guerra. E abbiamo dovuto pagare le conseguenze degli sporchi giochi della politica di chi fa la guerra.
Siamo stati attaccati da molte parti e in modi diversi. Rahmatullah Hanefi, manager dell’Ospedale di Emergency a Lashkargah, ha dovuto subire tre mesi di carcere nel totale isolamento. Su di lui (e su
Emergency) sono piovute calunnie e infamie gratuite.
E’ stato fatto di tutto per cacciare Emergency dall’Afghanistan. Siamo stati accusati di curare i nemici, e si e’ fatto di tutto per impedirci di curarli.
Questo ci e’ sembrato intollerabile, e abbiamo preferito chiudere temporaneamente tutte le nostre strutture piuttosto che accettare quella imposizione. Abbiamo lasciato l’Afghanistan per due mesi, fino a quando ci e’ stato chiaro che la posizione della politica di Kabul e di Roma non era piu’ sostenibile.
A fare la differenza sono stati tantissimi cittadini e autorita’ afgani, che hanno fatto pressione perche’ finisse "la guerra a Emergency", perche’ tornassero ad esistere i 3 ospedali chirurgici, il Centro di maternita’ e quello di pediatria, le 23 cliniche e posti di primo soccorso sparsi per il Paese, le 3 cliniche all’interno delle
prigioni. Loro hanno fatto buona guardia, affinche’ quel patrimonio della collettivita’ non venisse saccheggiato o affidato agli sciacalli di turno. Loro hanno difeso i nostri ospedali e ci hanno convinto del grande sostegno che avremmo trovato tornando ad aprirli.
Cosi’ e’ stato. Abbiamo potuto riprendere le nostre attivita’ esattamente come prima della irruzione della politica nel nostro lavoro, i nostri ospedali e centri di medicina sono tornati ad essere luoghi neutrali e indipendenti, aperti a tutti, luoghi dove non si hanno ne’ si vogliono avere nemici, ma solo pazienti da curare.

Il 2007 e’ stato anche l’anno in cui ha aperto i battenti, sul Nilo Blu alla periferia di Khartoum, il Centro Salam di cardiochirurgia. Una struttura di assoluta avanguardia, il primo ospedale di alto e livello
e gratuito per i malati di cuore nel continente africano.
In pochi piu’ di 6 mesi, al Centro Salam sono state operate oltre 300 persone, in larghissima maggioranza giovani e bambini. In molti si sono presentati all’ingresso, provenienti da tutte le parti del Sudan per uno strano tam tam che ha fatto sapere dell’esistenza del Centro a migliaia di chilometri di distanza. Molti altri sono arrivati da altri Paesi del continente, dal Ruanda e dalla Eritrea, dalla Repubblica centrafricana e dal Congo, dopo essere stati visitati e valutati a casa propria dai cardiologi del Centro.
Abbiamo scoperto nuove tragedie sanitarie, abbiamo constatato enormi e vitali bisogni insoddisfatti, insopportabili discriminazioni e ancora piu’ insopportabili sofferenze.
Ci siamo occupati dei pazienti, e continuiamo a farlo. Questa io credo sia Emergency, una associazione non di parte ne’ di partito, tenuta in vita solo dal consenso e dal contributo di centinaia di migliaia di
cittadini italiani.

Grazie a tutti, buon anno e buon lavoro a tutti noi.  

Gino Strada
  
Per approfondimenti sull'attivita' di Emergency in Afganistan:
http://www.emergency.it/menu.php?A=002&SA=007&ln=It

Per sostenere le attivita' di Emergency:
http://www.emergency.it/menu.php?A=004&SA=021&P=177&ln=It





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. emergency gino strada

permalink | inviato da ravotto il 5/1/2008 alle 10:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



4 gennaio 2008

Ancora sulla percezione

Sempre su SlideShare trovo, a proposito della percezione, la seguente presentazione. Alcune immagini sono le stesse già presenti in quella che ho segnalato ieri. Ma molte sono differenti.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. percezione gestalt

permalink | inviato da ravotto il 4/1/2008 alle 17:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



3 gennaio 2008

A proposito di percezione

Ricordate la ballerina?

Rita mi aveva scritto che in famiglia alcuni la vedevano girare in senso orario, altri in quello antiorario. Adesso mi ha scritto: "ce l'ho fattaaaaaaaaaaaaaaaaaa! riesco a decidere quando farla girare a dx o sin".
Il suo trucco è questo: "guardo il piede dell'ombra e quando si posiziona  con la punta a dx, se voglio, lo vedo che gira a sin (antiorario) e continua; poi estendo lo sguardo alla figura intera;  se sgarra, riparto dala punta del piede.
 
Ciò che è molto interessante è il fatto di controllare il meccanismo di attivazione degli emisferi. E se questo si potesse consapevolmente estendere alle situazioni della vita per qualche scopo buono...".

Sì, lo trovo anch'io molto interessante.

Sul blog di classe di Rita, sempre sul tema della percezione, ho trovato questa presentazione che vi propongo:



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. gestalt percezione ballerina emisferi

permalink | inviato da ravotto il 3/1/2008 alle 17:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



2 gennaio 2008

20.000 contatti: grazie!

Il 20 novembre segnalavo che gli accessi al mio blog avevano raggiunto quota 10.000 e scrivevo: Prossima segnalazione a 20.000. Arrivo previsto 5 gennaio.
Ci siamo con tre giorni di anticipo, grazie soprattutto agli 880 ingressi di ieri ( sono piaciuti i fuochi artificiali?).

10.000 contatti in 43 giorni danno una media di circa 230 ingressi al giorno, sicuramente molti di più di quelli che mi sarei aspettato.
Molti sono, prevedibilmente, accessi casuali: altri blogger di IlCannocchiale che leggono gli ultimi post apparsi, gente che entra "una tantum" da un motore di ricerca. Ma vi è anche chi entra con una certa costanza una/due volte a settimana: amiche e amici, ex-studenti, colleghi che mi hanno conosciuto in qualche occasione, ... Forse c'è anche qualcuno che è entrato per caso e ha deciso di tornare.

Grazie.
E io che ieri non ho scritto nemmeno una riga! :-(

Rimedio adesso: ieri sono andato a giocare a golf - ad un certo punto ha anche iniziato a nevicare :-) - e ... per la prima volta in vita mia ho visto un gufo dal vero!
Un gufo al primo dell'anno: porta bene?
E' a lui che devo i quasi 900 contatti di ieri? .-)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. contatti gufo

permalink | inviato da ravotto il 2/1/2008 alle 11:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     dicembre   <<  1 | 2 | 3  >>   febbraio
 
Blog letto 1 volte
da 11 agosto 2007




Add to Technorati Favorites
Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

© CreativeCommons Attribution - Share Alike

Potete usare, distribuire e modificare i post di questo blog a patto di citare l'autore originario e di lasciare la stessa libertà sui prodotti derivati.



DA DOVE VI SIETE COLLEGATI

Locations of visitors to this page

Statistiche dal 10 febbraio 2008


ARTICOLI 2009
" Il contributo di EUCIP per una scuola delle competenze" Atti di Didamatica 2009, Trento
ARTICOLI 2008
"Il futuro dell'educazione - Discorso di apertura al XVII Encuentro International de Formacion a distancia" Guadalajara (MX), 2 dicembre 2008
Versione inglese
Versione nepalese
"Quali competenze digitali per insegnare al tempo del web2.0?" da "Atti del V congresso SIe-L", Trento 2008
"Usare in Moodle risorse didattiche presenti su SlideShare, YouTube e TeacherTube" da "Atti di Moodlemoot 2008, "
"eLearning e recupero dei debiti formativi" Convegno SIe-L, Roma, 20 maggio 2008
"Sostegno e recupero: usare la formazione in rete e gli strumenti digitali" da "Atti di Didamatica 2008, Parte II"
ARTICOLI 2007
"L'idea base di SLOOP: condividere free/open LO " (con G. Fulantelli) Da "Condividere free/open LO. I risultati del progetto SLOOP", ISBN 978-88-903115-1-2
Versione inglese in "Sharing Learning Objects in an Open Perspective", ISBN 978-88-903115-0-5
"Ambiente di apprendimento e learning object: un'efficace sinergia" (con Berengo, Farinati, Masseroni, Petruzziello, Terenghi, Vimercati) Da "Condividere free/open LO. I risultati del progetto SLOOP", ISBN 978-88-903115-1-2
Versione inglese in "Sharing Learning Objects in an Open Perspective", ISBN 978-88-903115-0-5
"I Learning Object nel web 2.0. Dal progetto SLOOP la proposta di open/free LO ed uno strumento per produrli in modo collaborativo" Atti del Congresso Nazionale AICA 2007 (Mantova, 27 settembre 2007)
"FreeLOms: uno strumento, prodotto nel progetto SLOOP, per la condivisione e la realizzazione collaborativa di “learning object" Atti del Convegno E-Learning. Esperienze e prospettive future: quali applicazioni? (Bressanone, 9 June 2007)
"L'uso di Moodle per il progetto SLOOP" Atti di MoodleMoot 2007 (Reggio Emilia, 22-23 marzo 2007)(con M. Terenghi)
ARTICOLI 2006
"Didattica in rete e didattica in presenza: l'integrazione possibile (abstract)" Congresso Proteo, Milano (31 ottobre 2006)
"Dalle scuole in rete ad una rete di scuole per la realizzazione di "free" Learning Object" Atti di Didamatica 2006, Cagliari (11-13 maggio 2006)
ARTICOLI 2005
"SLOOP: sviluppare un Free Learning Object Management System" Atti del secondo congresso SIe-L, Firenze, 9-11 novembre 2009
"SLOOP: un progetto europeo per un archivio condiviso di Free Learning Object" Atti di EXPO eLearning 2005 (Ferrara, 6-8 ottobre 2005) (con M. Masseroni)
Versione inglese
"Il potenziale della didattica in rete in una scuola secondaria superiore" Atti di EXPO eLearning 2005 (Ferrara, 6-8 ottobre 2005)
"Il cubo della formazione in rete" Form@re, ottobre 2005
ARTICOLI 2004
"Dal Progetto SiR2 al Progetto OpenDida - Formazione insegnanti e produzione di materiali didattici per l’integrazione di formazione in presenza e formazione in rete" 1° Congresso SIe-L (Genova 25/26 novembre 2004)
"Condividere Free Learning Object: il progetto OpenDida" EXPO eLearning di Ferrara (9-12 ottobre 2004)
"The “open source” perspective in planning eLearning materials" ICETA 2004 - 3rd International Conference on Emerging Telecommunications Technologies and Applications, Kosice, Slovacchia, 16-18 settembre 2004
Versione italiana
ARTICOLI 2003
"Developing E-Learning Lessons, in Bridging the gap from the face to face to the elearning environment, Conference Papers" BiTE Conference Papers (Ipswich 5 Settembre 2003)
Versione italiana