Blog: http://PierfrancoRavotto.ilcannocchiale.it

Un voto per il partito democratico

Ho votato nel referendum sindacale ad inizio settimana. Cinque milioni di votanti sono tanti, una bella prova di partecipazione e di democrazia.

Voterò domenica alle primarie del Partito Democratico. Spero che anche in questo caso i votanti siano tanti anche se a votare saranno solo coloro che guardano con interesse alla nascita di questo partito.



E' necessario che io scriva che non considero "perfetto" nessuno dei candidati? Probabilmente è più importante che io scriva che  sia Bindi che Letta che Veltroni sarebbero per me ottimi segretari, ottimi costruttori del nuovo partito. E spero che, indipendentemente da chi sarà eletto alla carica, lavoreranno insieme alla costruzione del nuovo partito.
Cui spero contribuiranno anche Adinolfi e Gawronsky che esprimono significative istanze ma che, mi perdonino, non credo abbiano l'esperienza "politica" - con tutti i difetti che questa si porta dietro - per guidare un processo che deve coinvolgere milioni di persone e decine di migliaia di "rappresentanti eletti" provenienti da storie e culture diverse.

Non voterò il candidato "ideale" (che non c'è, nè potrebbe esistere) ma soprattutto non voterò "contro" qualcuno. Prima di tutto voterò per testimoniare il mio interesse alla nascita del partito democratico, il favore nei confronti di scelte di consultazione dei cittadini.
Due anni fa, alle "primarie per Prodi", molti notavano che il candidato era già stato scelto. Ma proprio il successo della partecipazione ha determinato l'andare avanti sulla strada delle primarie.

Anche in questo caso voterò per un candidato che viene dato, ma non ne sarei così sicuro, per già eletto: Veltroni. Un candidato, si dice, scelto dagli "apparati".
Stimo Veltroni e l'esperienza da cui proviene anche se non coincide che in parte con la mia storia. Se i votanti saranno pochi sarà probabilmente prigioniero del sistema di mediazioni e compromessi. Se la partecipazione al voto sarà alta, e saranno tanti i suoi voti, avrà, penso, maggiore autonomia.

Per quanto poco significativo possa essere il mio appello: non mi interessa affatto che votiate anche voi per Veltroni, ma vorrei insistere perchè andiate a votare.

Pubblicato il 13/10/2007 alle 13.50 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web