Blog: http://PierfrancoRavotto.ilcannocchiale.it

Knol ... una nuova proposta per la condivisione della conoscenza

Tre giorni fa Il web contiene un'enorme quantità di informazioni e Google ha contribuito a renderle più facilmente accessibili fornendo ottimi strumenti di ricerca. Ma non tutto è scritto, nè tutto è ben organizzato così da poter essere trovato facilmente.
Ci sono milioni di persone che posseggono conoscenze utili e che vorrebbero condividerle, e ce ne sono miliardi che potrebbero beneficiarne. Noi crediamo che molti non le condividano solo perchè non è abbastanza facile farlo. La sfida che Larry, Sergey ed Eric ci hanno posto è stata quella di trovare un modo per aiutare la gente a condividere la propria conoscenza. Questo è il nostro obiettivo."
Più contenuti liberi disponibili ci sono, meglio è per il mondo". L'idea chiave del progetto knol - scrive Manber - è dare evidenza agli autori

Penso che i due progetti potranno coesistere con pregi e difetti in parte contrapposti ma con il pregio comune della condivisione della conoscenza.

Ovviamente c'è, fra i due progetti, una differenza di fondo; in tutto quanto fa Google è presente in modo rilevante l'aspetto commerciale:"
A discrezione dell'autore uno knol potrà includere ads (pubblicità). Se l'autore decide di includerli Google gli riconoscerà una quota significativa dei proventi".
Per quanto mi riguarda, se la logica della condivisione della conoscenza si afferma anche nel campo del business non posso che esserne contento.

Cliccate qui sotto per vedere come si presenterà un knol (immagino che Rachel Manber sia la moglie di Ubi):




Official Google Blog: Encouraging people to contribute knowledge

Pubblicato il 16/12/2007 alle 16.24 nella rubrica Open content.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web