Blog: http://PierfrancoRavotto.ilcannocchiale.it

Terza settimana del corso cck08

Sto seguendo, come ho già scritto su questo blog, un corso in rete sul connettivismo: CCK08.
Un corso che non è sicuramente un unico percorso. A partire da alcuni suggerimenti settimanali iniziali, i 900 e passa corsisti da tutto il mondo si sbizzarriscono in ambienti - il moodle del corso, un googlegroup, i blog dei partecipanti, siti nazionali, ... facebook, ... - e percorsi diversi. Ognuno sviluppa le proprie connessioni in modo caotico: Complexity, Chaos and Research è, del resto, il tema della sesta settimana. Per adesso siamo alla terza.

Nella seconda, fra gli articoli proposti, uno ha suscitato la mia attenzione: Rhizomatic Education: Community as Curriculum di Dave Cormier.
Di link in link ho appreso, fra l'altro,
e mi sono imbattuto in questa interessante citazione “strano pregiudizio che valorizza ciecamente la profondità a scapito della superficie, pretendendo che superficiale, significhi non già di vaste dimensioni, bensì di poca profondità, mentre profondo significa di grande profondità e non di superficie ristretta” (Michael Tournier in "Friday").
C'è, nel confronto fra radici che si sviluppano in profondità o superficialmente, un errore "botanico" (il rizoma non è una radice). Ma il concetto merita di essere meditato da noi insegnanti.

Spesso lamentiamo la "superficialità" dei nostri studenti e del loro sapere, l'incapacità, o non volontà, di andare in profondità. Forse dovremmo provare a considerare sia la dimensione della profondità, sia quella dell'estensione. E, soprattutto, delle connessioni.

Pubblicato il 23/9/2008 alle 14.16 nella rubrica Scuola e formazione.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web