Blog: http://PierfrancoRavotto.ilcannocchiale.it

Nick Hornby

Due libri di Nick Hornby. Il primo è Tutto per una ragazza.

More about Tutto per una ragazza

Di skateboard non so nulla, anche se ho un nipote che è stato (è ancora?)uno skater.
Così non sapevo nemmeno se Tom Hawk fosse un personaggio reale o meno. Ma adesso ho cercato con Google e posso dirvi che sì, esiste davvero uno skater con quel nome. Google restituisce 13.300.000 pagine, quindi deve essere davvero famoso (digitando Pierfranco Ravotto ne restituisce solo 4.630 e non sono nemmeno tutte mie. Vabbè anche le 13.300.000 non saranno tutte sue).

Dunque Tom Hawk è uno skater vero e indubbiamente famoso, "il JK Rowling degli skater (e questo chi è?), il Big Mac (questo lo conosco), l'iPod (conosco anche questo), l'Xbox (non lo conosco ma ne ho sentito parlare)".
Che c'entra Tom Hawk?
Ricordate don Camillo? Ecco, come don Camillo parlava con il Cristo in croce, così Sam - il quindicenne che vive a North Londono con una trentunenne mamma single, "fare sesso a quindici anni è una cosa grossa , se tua mamma ne ha trentuno" - parla con il poster di Tom Hawk. E Tom Hawk gli risponde.

Simpatico. Com'è sempre Nick Hornby.

Il secondo è Shakespeare scriveva per soldi.

More about Shakespeare scriveva per soldi

Nick Horby lettore. Testi scritti fra il 2006 e il 2008 per The believer, USA.
Simpatico, come sempre (possibile che recensendo i libri di Hornby mi esca sempre quest'espressione così insulsa?).
Fa venir voglia di leggere. Mi sono appuntato un po' di libri.
Fa venire anche voglia di essere fanatici di football, di partite con una birra davanti al televisore. Ma su questo, per il momento, passo.

Pubblicato il 28/11/2009 alle 22.57 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web